STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Che goduria di fidanzataLa voglia nascosta di FrancescaLA MIA EX E IL SOGNO REALIZZATOLa mia amica CristinaHo messo incinta mia suoceraio e la mia compagna di classesul biliardoIn ufficio!!!
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

quella santarellina di mia cognata
Questo fatto è accaduto nel giugno del 2005. All’epoca ero sposato da circa due anni: mia moglie, 19 anni, 1,65 di h per kg 51 un fisico da sballo; i suoi occhi erano e sono un libro aperto di una donna calda e vogliosa, così non ci volle molto a convincerla a fare sesso ripresi dalla web-cam del nostro p.c.: riprese che ho naturalmente salvato nel p.c. Mia moglie è la sesta di sei sorelle, una delle quali di 34 anni bella e piacente, vedova da circa 14 anni con una figlia di quasi 15 anni che non ne aveva più voluto sapere di rifarsi una vita con un altro uomo dedicandosi totalmente alla figlia; inoltre è una credente praticante (quasi una monaca). Tutto è accaduto quando un giorno mia moglie si è dovuto ricoverare per una settimana in ospedale per degli accertamenti. Tornando a casa ho acceso il p.c. perché aspettavo delle mail; mia cognata incuriosita entrò nel mio studio e incominciò a fare delle domande su cosa si potesse fare col p.c., inevitabilmente il discorso cadde sul fatto se era vero o no che si potevano scaricare film pornografici sicché io istintivamente risposi che, volendo si potevano anche girare in prima persona spiegandogli come.
Allorché mia cognata mi disse se per caso anche io e mia moglie ne avevamo uno gli risposi affermativamente ma lei non ci volle credere dicendo che sua sorella mai e poi mai avrebbe fatto una cosa del genere e mi sfidò dicendomi che se era vera la mia affermazione dovevo farglielo vedere. Dopo un tira e molla mi feci giurare che mai avrebbe detto qualcosa a mia moglie, anche perché nei suoi occhi ho intravisto un lampo di malizia e prima di aprire il file ho pensato di mettere a sua insaputa in funzione la web-cam. Partiti: la scena iniziava con mia moglie che lentamente si spogliava fino a quando ormai nuda cominciava a leccarmi (ero rimasto con gli slip) scendendo sempre più giù fino ad abbassarmi lo slip e cominciare a segarmelo. Mi ero posizionato dietro mia cognata per cogliere meglio eventuali sue sensazioni e non mi ero affatto sbagliato: ho visto le guance del suo viso arrossarsi e quando mia moglie s’infilò il mio cazzo in bocca per un attimo ho intravisto roteare la lingua di mia cognata tra le sue labbra. O la và o la spacca mi sono avvicinato ancora di più, ecco ora i nostri corpi erano a contatto lentamente ho fatto scivolare le mie mani sul suo basso ventre: un fremito ma nessuna reazione negativa, ormai ero sicuro che ci stava così abbassai ancora di più le mie mani fino a toccarle le cosce e da lì lentamente cominciai a salire fino a che non arrivai alle mutandine e nel contempo cominciai a baciarla sul collo al che, mia cognata si girò verso di me con la bocca socchiusa la baciai in bocca, le nostre lingue si incontrarono gli slacciai le bretelline del suo abito e il reggiseno,era rimasta solo con le mutandine; i suoi seni ancora sodi (una quarta) con i suoi capezzoli che sembravano due cazzeti in erezione, cominciai a titillarglieli al che mia cognata si sciolse definitivamente; ora era lei che prendeva l’iniziativa e in un attimo mi sfilò la maglietta e cominciò a leccarmi il petto scendendo lentamente giù fino ad inginocchiarsi e con modo veloce mi sbottonò i pantaloni mi abbassò lo slip e cominciò un bel pompino; con una mano mi segava mentre con l’altra mi accarezzava i coglioni e il buco del culo, quando ad un tratto tolse il mio cazzo dalla sua bocca e mentre mi infilava un dito nel mio buco del culo disse: voglio essere la tua troia riprendendo a succhiare il mio cazzo come una indiavolata: sfido io erano 15 anni che non vedeva un cazzo.; stavo impazzendo,mia cognata riusciva a ingoiare tutto il mio cazzo (19 cm) senza fermarsi un attimo ero all’apice del mio godimento: gridavo vengo e lei imperterrita continuava con foga a succhiare ingoiando fino all’ultima goccia del mio sperma, poi quando il mio cazzo le si afflosciò in bocca lo tolse dicendomi : oggi voglio essere la tua troia perché mi hai fatto tornare a essere femmina e per regalo voglio che per prima cosa mi svergini il culo, al chè riprese a segarmi e a succhiarmi il cazzo fino a che non mi si indurì nuovamente. Mia cognata si alzò e si posizionò a 90° gradi appoggiandosi col suo corpo sul tavolo del mio studio e con dire deciso mi disse: ti prego sfondami il culo. Non mi feci pregare a dopo averlo lavorato per bene con la lingua e inumidito per bene con la mia saliva mi posizionai col cazzo sul suo buchino e piano piano cominciai ad entrare; mia cognata alternava lamenti a incitamenti fino a quando mi disse di fermarmi e così io feci; fu in quel preciso momento che lei con un colpo deciso all’indietro si sondò il culo da sola urlando per il dolore, ma dopo qualche momento cominciò a gemere dal piacere dicendo cose che mai avevo pensato mia cognata potesse dire del tipo: cognato mio spaccami in due da oggi voglio essere la tua puttana, se voui mi puoi sborrare pure nella fica e mettermi incinta così lo sapranno tutti che sono una puttana, e così via: Ovviamente dopo averla inculata e sborrata nel culo, me la sono chiavata anche nella fica sborrandole dentro come lei mi chiedeva (fortunatamente non l’ho messa incinta). Alla fine esausti sdraiati l’uno sopra l’altro sul divano con mia cognata che mi toccava dappertutto ringraziandomi per averla fatta tornare femmina e giurandomi che da quel momento le sue cosce si sarebbero sempre aperte per ricevere il mio cazzo

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 160): 7.41 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10